Ti trovi qui
Home > Cronaca > Ragusa, chiusa casa a luci rosse. Appartamento sotto sequestro

Ragusa, chiusa casa a luci rosse. Appartamento sotto sequestro

RAGUSA

Un’intensa attività “professionale” che non garbava soprattutto ai vicini, che avevano più volte diffidato un transessuale che si prostituiva in via Armando Diaz, in pieno centro. Una vera e propria casa a luci rosse è stata scoperta dalla Polizia di Stato, a distanza di meno di un mese dalla chiusura di un’altra, che ha posto l’immobile sotto sequestro. Gli “affari” andavano a gonfie vele, secondo quanto accertato dagli investigatori, al momento del blitz stava uscendo un cliente rumeno, insieme ad un amico, ed in coda si trovava un ragusano, che ha spiegato agli agenti di avere contattato il transessuale tramite siti specializzati.
Il proprietario di casa, conosciuto dai poliziotti in quanto già diffidato, ha chiesto scusa, asserendo di non riuscire ad affittare la casa se non a prostitute perché altrimenti sarebbe rimasta sfitta e lui ha bisogno di soldi. L’uomo e’ stato anche denunciato per non avere comunicato alla Questura la “cessione del fabbricato” ad un extracomunitario, così come previsto dalle norme vigenti. Il transessuale di nazionalità brasiliana, ha dichiarato di avere preso in affitto l’immobile in quanto informato da un suo “collega” che il proprietario aveva questa casa e la metteva a disposizione. Lo straniero è risultato irregolare sul territorio nazionale, cosi’ l’Ufficio Immigrazione informato tempestivamente sta provvedendo ad allontanarlo.
Un vero e proprio business se è vero che la squadra Mobile nel 2016 ha chiuso 7 case a luci rosse, a Ragusa, 9 nel 2014 e 15 nel 2015.

Articoli Consigliati

Top