Ti trovi qui
Home > Cronaca > Modica: furto alla Protezione civile. “Un danno di 10 mila euro”

Modica: furto alla Protezione civile. “Un danno di 10 mila euro”

MODICA

Una cosa è certa: se esiste realmente qualche “ladro gentiluomo”, senza dubbio alcuno, di un fantomatico  “ladro educato” non c’è neppure l’ombra nel furto alla Protezione Civile di Modica. Già perché nel mirino dei ladri questa volta è finita addirittura la Protezione Civile della città ragusana. Qualcuno infatti, nei giorni scorsi, in piena notte, è entrato in un magazzino che all’interno ospita anche un comparto destinato alla Protezione Civile modicana e senza farsi il minimo scrupolo ha fatto razzia di mezzi e strumenti. L’ammontare del danno? 10 mila euro.
«Un danno grave – spiega Vincenzo Terranova, responsabile Protezione civile al Comune di Modica -. Dopo questo furto, siamo in difficoltà e adesso bisogna reperire le risorse necessarie per sopperire alle perdite».
Aiutati dal buio sono riusciti a portarsi via una macchina operatrice, impiegata nell’attività antincendio, così come un carrello utile in caso di incendio; una gru idraulica; il quadro elettrico ma anche una serie di altri strumenti.
«Non si sono fatti scrupoli. In circa vent’anni di attività, qui al gruppo comunale volontari della Protezione Civile, non avevo mai visto una cosa del genere. È la prima volta. Abbiamo sporto denuncia e le indagini sono in corso ma intanto facciamo i conti con una difficoltà oggettiva».
Terranova parla di doppio danno: «Non abbiamo subìto solo un danno economico – continua – ma anche morale. I mezzi che hanno rubato sono mezzi utilizzati dai volontari che dedicano il proprio tempo libero, i loro fine settimana, la loro passione. Tutto questo è frustrante, oltre al fatto che dovremo fare fronte a queste perdite».

Articoli Consigliati

Top