Ti trovi qui
Home > Politica > Firme false a Palermo M5S, Miceli: «Presenteremo una denuncia alla magistratura»

Firme false a Palermo M5S, Miceli: «Presenteremo una denuncia alla magistratura»

Non ci sta Carmelo Miceli, segretario provinciale del Partito democratico di Palermo. Non ci sta proprio ad accettare le dichiarazioni di Beppe Grillo sul caso delle presunte firme false del Movimento 5 Stelle per le elezioni comunali del 2012 nel capoluogo siciliano. «Definirsi parte lesa, così come fa Grillo dal suo blog, è un insulto all’intelligenza dei cittadini. In passato qualcuno offese l’intelligenza dei cittadini dicendo che, a sua insaputa, gli erano stati regalati degli immobili. Questo è un caso molto simile. E’ come se, all’insaputa del Movimento 5 stelle, qualcuno avesse presentato la lista del Movimento 5 stelle con delle firme false». Commenta Miceli nel corso di una conferenza stampa, a Roma, proprio sul caso delle presunte firme false del Movimento 5 Stelle. «Quando a settembre, su sollecitazione della trasmissione “le Iene” siamo venuti in possesso delle copie dei verbali di presentazione delle firme del M5S alle amministrative, abbiamo verificato che mancavano i numeri progressivi dei fogli dall’uno al quattro. Manca la dichiarazione fondamentale di presentazione della candidatura di Riccardo Nuti e della lista del M5S alle amministrative del 2012. E’ scomparsa, nell’ufficio elettorale circoscrizionale di Palermo – ha sottolineato – non esiste più. Nel retro di questi fogli spariti ci sono le firme dei primi sottoscrittori. Chi sono questi firmatari? Perchè sono scomparse solo le prime 20 firme? Forse perche’ potevano essere comparate con la grafia delle successive firme? Forse il M5S puo’ dare una mano a fare chiarezza». E comunque, ha concluso Miceli «presenteremo una denuncia alla magistratura. Abbiamo il dovere di farlo: senza fare valutazioni politiche e rendendo solo una sequenza cronologica degli eventi».

Articoli Consigliati

Top