Ti trovi qui
Home > Calcio > Testata all’avversario. L’allenatore caccia il suo attaccante… e l’arbitro caccia il tecnico

Testata all’avversario. L’allenatore caccia il suo attaccante… e l’arbitro caccia il tecnico

E’ un esempio di fair play e viene espulso dall’arbitro. Campionato di prima categoria, girone C, partita fra Pro Falcone e Furnari. Al minuto 80 succede un po’ tutto quello che il calcio racchiude in sé. Agonismo, rabbia in taluni casi, sportività massima e anche risvolti beffardi. 

L’attaccante ospite reagisce con una testata ad un fallo di un centrocampista avversario. L’arbitro non se ne accorge, ma l’allenatore del Furnari sì. Pippo Squatrito, questo il nome del tecnico – si fionda verso il suo giocatore e lo fa uscire in malo modo dal campo. L’arbitro però mal “sopporta” intromissioni nel suo lavoro e decide di cacciare l’allenatore per invasione di campo. La gara finisce con gli ospiti in 10 e sconfitti 1-o.

Le opinioni di Squadrito sono state raccolte dal sito Siciliaingol: «Anni di calcio dilettantistico mi hanno insegnato l’educazione e il rispetto per gli avversari. Vedere un mio giocatore comportarsi così mi ha nauseato, sì, è il termine giusto. A quel punto non ci ho nemmeno pensato troppo su, sono entrato in campo senza permesso e l’ho spedito a fare la doccia».

 

Articoli Consigliati

Top