Ti trovi qui
Home > Altri Sport > Motori, presentata la 18^ edizione della cronoscalata Giarre-Milo

Motori, presentata la 18^ edizione della cronoscalata Giarre-Milo

CATANIA

Presentata la 18^ edizione della cronoscalata Giarre – Montesalice – Milo, kermesse organizzata dall’Automobile Club Acireale con la collaborazione della Giarre Corse. Dal 14 al 16 ottobre romberanno i motori delle vetture in gara per il Trofeo Italiano Velocità Montagna Sud e Campionato Siciliano Salita.

E’ stata presentata la 18^ Giarre – Montesalice – Milo, prova del Trofeo Italiano Velocità Montagna e del Campionato Siciliano Salita che si svolgerà in provincia di Catania dal 14 al 16 ottobre lungo il celebre percorso di 6,4 chilometri. Le iscrizioni sono in dirittura d’arrivo e si chiuderanno domani, martedì 11 ottobre. Un appuntamento sportivo sostenuto da una squadra unita e con una solida comunione d’intenti come quella formata dall’organizzatore Automobile Club Acireale che in collaborazione con la Scuderia Giarre Corse, incontra l’efficace partnership dell’Assessorato regionale allo Sport, dei Comuni di Giarre, Santa Venerina e Milo, con i rispettivi primi cittadini Angelo D’Anna, Salvo Greco ed Alfio Cosentino.

Unanimi le dichiarazioni degli esponenti della amministrazioni pubbliche, che hanno riconosciuto alla Giarre – Montesalice – Milo un ruolo leader nella promozione di un territorio dalle caratteristiche uniche, come quello coinvolto dalla competizione, verso la quale l’interesse è confermato dal “tutto esaurito” che si registra già nella maggior parte delle strutture ricettive. L’Aci Acireale, presieduto da Angelo Pennisi unitamente a Giarre Corse, di cui è presidente il pilota Orazio Maccarrone, hanno il merito di coinvolgere più realtà verso un medesimo obiettivo nel nome dello spettacolo della competizione motoristica in salita, specialità che vede in provincia di Catania una autentica culla di passione e competenza.

Questi gli interventi dei presenti durante la conferenza stampa di presentazione dell’evento: «Seguendo da sportivo le evoluzioni positive della cronoscalata, che personalmente seguo sin dalla prima edizione – dichiara Angelo D’Anna (Sindaco di Giarre) – Auspico che la squadra continui nella direzione comune intrapresa. Siamo tutti consapevoli delle notevoli potenzialità dell’evento sportivo, che va seguito e sviluppato per obiettivi precisi. Siamo particolarmente favorevoli a questa collaborazione che da parte nostra è crescente». Sulla stessa scia il sindaco di Milo Alfio Cosentino: «La gara rappresenta un beneficio per l’intero territorio. Si auspica ad un futuro comune con un’offerta integrata collegata alla gara». Intervenuto anche Salvo Greco, sindaco di Santa Venerina: -«Il nostro comune ospita le verifiche e saremo noi a dare il benvenuto ai concorrenti in una nuova struttura che sarà inaugurata per l’occasione. Percepiamo ed apprezziamo il grande interesse verso l’appuntamento di alta qualità. Ci saremo concretamente anche in futuro».

Intervenuto anche il presidente dell’ Aci Acireale Angelo Pennisi, entusiasta dell’organizzazione della gara: «Abbiamo recepito il grande interesse crescente che orbita intorno alla gara. Siamo grati ai nostri partner per l’unione concreta che si è sviluppata dalla competizione». Gli organizzatori ed i rappresentanti della Giarre Corse hanno approfondito l’aspetto tecnico della gara, attraverso il presidente e pilota Orazio Maccarrone, che vivrà la sua fase clou dal 14 al 16 ottobre. Si svolgerà sui 6,4 chilometri che uniscono Macchia di Giarre a Milo, passando per Montesalice, attraverso una pendenza del 7,31% e 473 metri di dislivello tra partenza ed arrivo.

Il programma dell’appuntamento catanese prevede le verifiche venerdì 14 ottobre dalle 14.30 alle 21.30 nel centro di Santa Venerina, sabato giornata dedicata alle due salite di ricognizione a partire dalle 9.30, mentre le due gare si svolgeranno nella giornata di domenica 16, con start di gara 1 alle ore 9. Nella piazza antistante il Comune di Milo si terrà la conclusiva cerimonia di premiazione. Imponenti gli apparati di sicurezza con molte barriere ad alto assorbimento, manto d’asfalto migliorato, alto numero di commissari di percorso ed impiego di personale professionale. Attesa per chi succederà nell’albo d’oro al pilota di casa Domenico Cubeda, che nel 2015 segnò anche il record al volante dell’Osella PA 2000 Honda.

Articoli Consigliati

Top