Ti trovi qui
Home > Cronaca > Minacce ed estorsione a cooperative: due arresti

Minacce ed estorsione a cooperative: due arresti

AGRIGENTO

Licata. I finanzieri della compagnia di Agrigento, coadiuvati da agenti della compagnia di Licata, hanno eseguito cinque ordinanze, su ordine della Procura di Agrigento, per il reato di estorsione ai danni di alcuni dipendenti delle Cooperative “Arcobalena” e “Libero Gabbiano”.

In tutto, sono due arresti, tre obblighi di firma e un sequestro. Ma altre persone risultano ancora indagate. L’inchiesta nasce da alcune dichiarazioni, nel settembre 2013, di un ex dipendente che parla di estorsioni che si sarebbero perpetuate anche fino al 2015.

Le comunità in questione si occupano dell’assistenza e del recupero di minori con problemi psichici e già in passato avevano attirato le attenzioni degli inquirenti. Nell’ottobre 2015, infatti, l’associazione “Libero Gabbiano” fu al centro di uno scandalo a sfondo sessuale su presunti abusi ai danni di minori ospiti del centro.

 Alle 12:30 la conferenza stampa degli inquirenti presso il Palazzo di Giustizia.

di Giuseppe Castaldo

Articoli Consigliati

Top