Ti trovi qui
Home > Cronaca > Giro di estorsione a Licata: cinque ordinanza, coinvolto un avvocato

Giro di estorsione a Licata: cinque ordinanza, coinvolto un avvocato

AGRIGENTO

Licata. In corso la conferenza stampa, nelle sale della Procura di Agrigento, in seguito all’operazione condotta dagli agenti della Guardia di Finanza di Agrigento e Licata, che ha accertato un giro di estorsioni, nove quelle finora conclamate, ai danni dei dipendenti di due cooperative sociali che si occupano di riabilitazione di minori con problemi psichici: la “Arcobaleno” e “Libero Gabbiano”. In totale sono cinque le ordinanze emanate dalla Procura di Agrigento.

licata-estorisioni-ultimatv14680493_10154515933499351_3061484893960003832_n

I provvedimenti cautelari, riguardano: Rosario Magliarisi, avvocato, 47 anni di Ventimiglia e residente a Licata amministratore di fatto delle cooperative sociali “Il Libero Gabbiano” e “Arcobaleno società cooperativa sociale – Onlus”; Linda Modica, 49 anni, responsabile di fatto delle cooperative e addetta alla gestione economica e contabile dei rapporti con i lavoratori dipendenti, entrambi ai domiciliari. Tre gli obblighi di dimora.

Secondo l’accusa, gli indagati assumevano personale pagando una cifra minore rispetto alla busta paga. I dipendenti, infatti, erano costretti dopo il prelievo dello stipendio di restituire la somma eccedente.

Il Gip ha accolto la richiesta di sequestro preventivo delle quote della società Vi.Sa. Unipersonale Srl di Rosario Magliarisi.

di Giuseppe Castaldo

Articoli Consigliati

Top