Ti trovi qui
Home > Apertura > Biancavilla: di chi è quel cadavere?

Biancavilla: di chi è quel cadavere?

CATANIA

Non ci sarebbero tracce di colpi di arma da fuoco o di violenze subite su quel corpo trovato alla periferia di Biancavilla. Ora si attende l’identificazione.

Biancavilla. Quel ritrovamento rimane ancora avvolto dal mistero. I carabinieri della Compagnia di Paternò stanno continuando le indagini a ritmo incalzante e per il momento tengono le bocche cucite. Ma un fatto c’è: un corpo è stato ritrovato in via del Trebbitore e a qualcuno appartiene, probabilmente un giovane. Chi? Il sospetto legato anche a dei pezzi di tessuto di una t-shirt propenderebbe per Daniele Cancemi, di 29 anni, scomparso da Santa Maria di Licodia il 30 agosto ma nulla di confermato dagli investigatori. Si tratta solo di un sospetto che potrebbe anche essere smentito nel momento in cui verrà eseguito l’esame del Dna.

Da quel 30 agosto, però, i familiari di Daniele non hanno più sue notizie. E del caso se n’è occupata anche la trasmissione “Chi l’ha visto?”, nessuno però è riuscito ad aiutare le ricerche.

Sono ore di ansia e attesa per i parenti tanto di Cancemi quanto di Nicola Ciadamidaro, 38 anni, scomparso da Adrano il 3 giugno. Non si hanno più notizie di entrambi.

Quel corpo scheletrizzato con la testa staccata, trovato alla periferia  di Biancavilla e al confine proprio con Santa Maria di Licodia, è fra le mani del medico legale Orazio Cascio che potrebbe richiedere l’esame del Dna oltre a quello autoptico per arrivare ad una identificazione.

Articoli Consigliati

Top