Ti trovi qui
Home > Cronaca > Sequestrati beni per 840 mila euro a famigli di “Caminanti”

Sequestrati beni per 840 mila euro a famigli di “Caminanti”

SIRACUSA

Marito e moglie risultavano senza fissa occupazione ma avevano accumulato un patrimonio immobiliare del valore di 840 mila euro. Scatta il sequestro.

Beni per oltre 840 mila euro, riconducibili a una famiglia di “Caminanti”, sono stati sequestrati dalla guardia di Finanza di Siracusa. Le indagini sono state coordinate dal procuratore Francesco Paolo Giordano e dirette dai sostituti Vincenzo Nitti e Andrea Palmieri.

Gli investigatori sono riusciti a fare luce sul cospicuo patrimonio finanziario ed immobiliare accumulato da due coniugi, Antonino e Maria Fiaschè, di 36 anni e 34 anni, residenti a Noto, senza fissa occupazione.

In particolare Antonino Fiaschè è ritenuto “socialmente pericoloso”, in quanto avrebbe commesso un numero cospicuo di reati: dalla truffa dello specchietto al porto d’armi in assenza di autorizzazioni, dai furti alle violazioni di sigilli.

Reati commessi in diverse parti d’Italia e in particolare nelle province di Milano, Pavia, Bologna, Ancona, Fermo, Pescara, Macerata, Avellino, Taranto, Lecce, Brindisi, Matera, Potenza, Catania e Messina.

La Guardia di Finanza ha dimostrato come i soli redditi dichiarati dall’indagato, per lo svolgimento saltuario dell’attività di bracciante agricolo, non sarebbero stati sufficienti al sostentamento minimo del nucleo familiare, nè tantomeno a giustificare gli acquisti e gli investimenti effettuati dall’interessato negli anni d’indagine, dal 1998 al 2016.

Articoli Consigliati

Top