Ti trovi qui
Home > Cronaca > Piazza Carlo Alberto, niente parcheggi, niente clienti – VIDEO

Piazza Carlo Alberto, niente parcheggi, niente clienti – VIDEO

CATANIA

Un cantiere, due anni di lavori e un costo da oltre un milione di euro. Numeri che proprio non vanno giù ai commercianti della storica fiera di piazza Carlo Alberto a Catania. Imprenditori già sotto pressione dalla crisi profonda, dalla concorrenza della grande distribuzione e dalla mancanza di servizi. Qualcuno sta provando a vendere la propria licenza sui siti on line, ma gli altri? «Presto seguiremo l’esempio dei nostri colleghi- dice Angelo Bonaccorso, macellaio di piazza Giuseppe Sciuti-. Il motivo di questa decisione è l’apertura del cantiere in questa zona con mezzi meccanici e operai pure nelle strade limitrofe. Il risultato sono vie inaccessibili e migliaia di clienti che preferiscono andare nei centri commerciali piuttosto che sobbarcarsi un percorso ad ostacoli per raggiungere le nostre botteghe e le nostre bancarelle».

“Lavori per la riqualificazione di alcune aree in prossimità della piazza Carlo Alberto”. Questa è la dicitura sul cartello all’interno del cantiere della discordia. Lavori, che dovrebbero concludersi nel 2018, dal costo di 1.300.000 euro per rendere più verde e vivibile il rione. «Il commercio va aiutato sopratutto in contesti di grande spessore come lo storico mercato della fera’o luni. Senza dialogo, senza confronto non si va da nessuna parte: un messaggio ben chiaro che ha costretto tanti commercianti ad abbassare la saracinesca per mancanza di clienti. Proprio per questo motivo molti di loro hanno provocatoriamente messo in vendita on line la propria licenza». A parlare è Carmelo Sofia, il presidente della commissione alla Mobilità che, insieme agli altri componenti, ha incontrato una delegazione di negozianti di piazza Carlo Alberto e piazza Giuseppe Sciuti. Un confronto pieno di dubbi e incertezze al centro delle segnalazioni di molti consiglieri comunali per l’assenza di un piano viario alternativo (Francesco Saglimbene) e per la necessità di individuare siti destinati a parcheggi per i clienti ( Vincenzo Parisi). A questo vanno aggiunte le critiche su modalità e tempistiche di cantiere e lavori che mettono in ginocchio il commercio a pochi passi dalla centralissima via Etnea (Giuseppe Castiglione).

 

 

 

 

Articoli Consigliati

Top