Ti trovi qui
Home > Calcio > Sogna il Città di Messina, Nello Basile: «Impegno e mentalità vincente»

Sogna il Città di Messina, Nello Basile: «Impegno e mentalità vincente»

MESSINA

Un poker di vittorie e tanta voglia di continuare a stupire. Una squadra comanda a punteggio pieno il girone C del campionato di Promozione siciliana: il Città di Messina.

La formazione giallorossa sta vivendo un avvio di stagione da grande protagonista, in virtù delle 4 vittorie nelle prime 4 partite ufficiali ed una vena realizzativa sbalorditiva: 12 le reti segnate e appena una subita proprio nell’ultima uscita di campionato (vittoria sul Milazzo per 4-1).

A capo del progetto tecnico del Città di Messina c’è Nello Basile, uomo di grande esperienza in panchina e nel mondo del calcio professionistico: «L’avvio è stato più che convincente – esordisce Basile – merito della programmazione della società, che quest’estate ha lavorato tanto per garantirmi un organico di buonissimo livello, un gruppo che non sfigurerebbe nemmeno in Eccellenza».

Il Città di Messina quest’anno non è partito con i favori del pronostico, ma le prestazioni sin da subito convincenti maturate nelle prime partite la candidano adesso a protagonista del raggruppamento. Basile sa bene che d’ora in poi tutti i riflettori saranno puntati sulla sua squadra: «Siamo ancora all’inizio, lo sappiamo bene e non dobbiamo metterci in testa di essere i favoriti. Fin da giocatore (Nello Basile vanta esperienze con le divise di Siracusa, Leonzio e Trapani, ndr) ho cercato di avere una mentalità vincente. Adesso desidero farla entrare nella mente dei miei ragazzi».

Una società salda, un gruppo giovane e ben amalgamato. Il Città di Messina presenta diversi giovani talenti in prima squadra, tutti uomini che Nello Basile, tutt’ora responsabile anche del settore giovanile messinese, conosce bene: «Nella rosa di quest’anno ci sono juniores che ho allenato, reduci da grandi vittorie in campo regionale. Questi ragazzi mi seguono e mi conoscono alla lettera. Mentalità offensiva? Adoro il gioco d’attacco, ma non trascuro la difesa, è con quella che si vincono i campionati».

Articoli Consigliati

Top