Ti trovi qui
Home > Apertura > “Sante Giuffrida”, i genitori «Via l’ eternit ma… restano le prostitute»

“Sante Giuffrida”, i genitori «Via l’ eternit ma… restano le prostitute»

CATANIA

«Il cortile della “Sante-Giuffrida” non è un alcova per prostitute e clienti». Lo ribadiscono mamme e papà che ogni giorno accompagnano i figli nella scuola del viale Africa e che, tra ingresso e parcheggio, devono fare lo slalom tra fazzolettini e confezioni di preservativi. Ovvero quello che lasciano le ragazze che proprio davanti l’istituto praticano il mestiere più vecchio del mondo. Così se la pulizia del cortile scolastico dall’eternit sembra ormai essere risolto, lo stesso non si può dire della prostituzione.  

Prima la sicurezza, poi gli interventi strutturali. O viceversa. Un custode e una recinzione più alta non è richiesta solo dai genitori della scuola. Accanto a loro, ci sono anche gli abitanti del viale Africa che temono in ogni momento di trovarsi di fronte clienti e lucciole alla ricerca di un luogo isolato dove appartarsi.

Articoli Consigliati

Top