Ti trovi qui
Home > Apertura > La Fifa non restituisce i 6 punti al Catania. Pronto ricorso al Tas

La Fifa non restituisce i 6 punti al Catania. Pronto ricorso al Tas

La penalizzazione del Catania per la vincenda Lucas Castro resta ancora in vigore. La Fifa infatti, a cui il club etneo si era rivolto per avere una sospensione della pena, non ha ritenuto di voler procedere in tal senso. La federazione calcistica internazionale ha giudicato la sanzione non modificabile, riguardando un fatto già andato, per così dire, in giudicato.

Ora la società rossazzurra ha a disposizione 30 giorni per ricorrere al Tas (il tribunale arbitrale dello Sport): «Noi siamo già praticamente pronti – spiega a UltimaTv l’amministratore delegato del Catania Pietro Lo Monaco – e siamo serenamente nei tempi per predisporre al meglio le carte».

Proprio a UltimaTv Lo Monaco aveva annunciato il mese scorso la volontà di rivolgersi alla Fifa. E’ andata male e adesso si spera nel Tas. Anche se non sarà facile. La vicenda è arcinota. Il Catania non aveva rispettato gli accordi col Racing per Castro: «Quando sono arrivato io al Catania, il danno era già stato fatto – ci aveva detto a suo tempo Lo Monaco -. A quel punto abbiamo deciso di rateizzare il debito (due tranche sono state già saldate, ndr) e il Racing è diventato da nemico ad alleato. Abbiamo presentato le carte dell’accordo formulato con gli argentini, corredate anche dal loro benestare». Basterà per il Tas? A questo punto la risposta più probabile resta il no. Il Catania comunque deve gioco forza aggrapparsi ad ogni possibilità. Sette punti di penalizzazione hanno già pesato sul’avvio di questo campionato e rischiamo concretamente di essere un fardello che il club si porterà dietro per l’intera stagione. 

 

Articoli Consigliati

Top