Ti trovi qui
Home > Altri Sport > Orizzonte, dalle campionesse del passato lo slancio per il presente

Orizzonte, dalle campionesse del passato lo slancio per il presente

CATANIA

Non solo una presentazione ufficiale, ma soprattutto una festa nella festa, arricchita dai classici momenti di emozione che solo l’Orizzonte può regalare a chi ama questi colori e chi li ha resi vincenti.
Si sono accesi i riflettori sulla nuova stagione sportiva della squadra etnea, pronta a ripartire con la grinta e l’entusiasmo di chi sa di avere mezzi, talento e storia per puntare in alto.
Non hanno fatto mancare la loro presenza alcune figure importanti dello sport siciliano: Sergio Parisi (vice presidente del Coni regionale e presidente della FIN Sicilia), Fabio Pagliara (segretario generale della FIDAL) ed Orazio Arancio (consigliere nazionale del CONI e presidente FederRugby Sicilia), uniti dall’in bocca al lupo rivolto con affetto alla squadra rossazzurra, anche dal presidente dell’Ussi provinciale, Giacomo Cagnes.
Una grande emozione ha accompagnato le parole del Presidente Onorario Nello Russo, che trent’anni fa ha dato vita a quell’Orizzonte che con lui alla guida ha vinto 19 Scudetti, 8 Coppe dei Campioni, 3 Coppe Italia ed una Supercoppa europea ed oggi sogna di rivedere quanto prima le catanesi sul tetto d’Italia e d’Europa.
Una scommessa avvincente, accettata con il solito grande entusiasmo da chi come Giuseppe La Delfa è entrato da tanti anni nella grande famiglia dell’Orizzonte e adesso vuole dire ancora la sua in quel progetto di restyling che lo vede impegnato non solo sul mercato, come sempre, ma anche nel rilancio del merchandising societario.
Una sfida raccolta anche dal coach Martina Miceli, che ha fissato l’obiettivo di riportare l’Orizzonte nei palcoscenici che contano sia in ambito italiano che europeo.

lorizzonte-ultima-tv

Spazio poi ad un tuffo nel passato tutto dedicato a Tania Di Mario, che ha detto addio al Setterosa con l’argento vinto a Rio 2016 con l’altra giocatrice rossazzurra Arianna Garibotti, appena rientrata alla base, ed è stata festeggiata con una sorpresa indimenticabile: la presenza delle compagne di squadra che con lei hanno centrato l’oro olimpico ad Atene 2004 e con cui ha condiviso i tanti trionfi conquistati con la nazionale di pallanuoto femminile e con l’Orizzonte.
Dopo gli applausi scroscianti per le fresche Campionesse d’Italia dell’Under 17 tutte in vasca, quindi, per una appassionante esibizione che ha visto in campo proprio le giovani tricolori contro la prima squadra, impegnata subito dopo nel divertente palleggio con i piccoli e le piccole della scuola pallanuoto catanese nate nel 2007/2008/2009, che a breve darà vita alla formazione Under 11.
Chiusura con standing ovation per il ritorno in vasca delle leggende dell’Orizzonte, che per una sera hanno indossato nuovamente costume e calottina rossazzurra per giocare insieme a Tania Di Mario e sfidare proprio l’Under 17.

QUESTA LA ROSA DELLA PRIMA SQUADRA:

Vladana Jovetic, Giorgia Amedeo, Arianna Garibotti, Giulia Aiello, Roberta Grillo, Valeria Palmieri, Claudia Marletta, Giulia Buccheri, Roberta Santapaola, Isabella Riccioli, Sofia Lombardo, Isabella Schillaci.

QUESTA L’UNDER 17 FESTEGGIATA PER LA VITTORIA DELLO SCUDETTO 2016:

Flavia Schillaci, Giorgia Trovato, Dorotea Spampinato, Giorgia Amedeo, Alessia Arcidiacono, Emanuela Cavallaro, Martina Casabianca, Francesca Sapienza, Anita Vitaliano, Giulia Aiello (capitano), Isabella Riccioli, Roberta Santapaola, Aurora Condorelli, Claudia Agata Marletta, Chiara Messina, Marta Giuffrida.

Articoli Consigliati

Top