Ti trovi qui
Home > Cronaca > Licata, Wwf recupera rara aquila ferita: non potrà più volare

Licata, Wwf recupera rara aquila ferita: non potrà più volare

AGRIGENTO

Licata. E’ stata ferita accidentalmente durante una battuta di caccia e adesso non potrà più volare. Si tratta di un giovane esemplare di aquila di Bonelli, colpito da un proiettile e recuperato dal Wwf di Licata. Si trova adesso ricoverato al Centro recupero fauna selvatica di Cattolica Eraclea, e nonostante l’intervento chirurgico per ridurre i danni devastanti all’ala, i veterinari sono chiari: l’uccello non volerà mai più.

L’Aquila di Bonelli, ormai rara in tutto il bacino del Mediterraneo, è un rapace la cui sopravvivenza risulta oggi in forte pericolo: in Sicilia vive l’unica popolazione ormai nidificante in Italia e la specie è minacciata per la distruzione degli habitat e soprattutto dal commercio illegale dei pulcini. Per anni, infatti, è stata soggetta al prelievo di uova e pulcini da parte di trafficanti che ricavavano dalla vendita illegale di ogni esemplare lauti guadagni. Viene pertanto classificata in pericolo critico secondo i parametri scientifici dell’International Union for conservation of nature. La zona dove l’animale è stato recuperato è stata coperta da campi di sorveglianza delle nidificazioni gestiti dal gruppo Tutela rapaci, pertanto si ritiene che si tratti proprio di un aquilotto sorvegliato dai volontari per evitarne il furto al nido. Dei giorni scorsi, ricorda il Wwf, erano le notizie su abbattimenti di cicogna bianca, cicogna nera, poiane e gheppi in Sicilia.

Articoli Consigliati

Top