Ti trovi qui
Home > Cronaca > Scoperta fabbrica del falso, maxisequestro a Palermo

Scoperta fabbrica del falso, maxisequestro a Palermo

Sequestrano 400 stampi  per arancini al Palermo Food Fest e scoprono una fabbrica del falso con 33 mila pezzi contraffatti. Denunciata la titolare cinese. 

PALERMO

Da alcuni stampi contraffatti per preparare arancini alla scoperta di una fabbrica del falso. La guardia di Finanza ha fatto scattare il blitz dopo il sequestro di 400 stampi durante il Palermo Food Fest.

Le indagini sono proseguite fino a individuare un locale in Via Oreto nel quale i militari hanno trovato 33 mila prodotti contraffatti, tra cui accessori elettronici e numerosissimi articoli di un noto marchio specializzato in prodotti per la cura dei piedi.

L’immobile non era adibito solo a magazzino. La proprietaria aveva realizzato anche un centro di assemblaggio di plantari, solette, sottopiedi e kit per la cura dei piedi.

Il locale era in condizioni fatiscenti, fra polvere e scarafaggi.

La titolare, una cinese titolare di partita IVA, è stata denunciata alla Procura. I finanzieri stanno svolgendo accertamenti fiscali sull’imprenditrice. Non avrebbe presentato alcuna dichiarazione tributaria, nonostante l’attività producesse notevoli flussi di denaro.

Articoli Consigliati

Top