Ti trovi qui
Home > Cronaca > La terra trema: intenso sciame sismico sull’Etna

La terra trema: intenso sciame sismico sull’Etna

A partire dalle 6,52 di stamattina, la terra ha preso a tremare sul versante orientale del vulcano, non distante dagli abitati di Milo e Sant’Alfio. Nessun danno alle persone o alle cose, ma massima allerta da parte degli esperti dell’Ingv (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia). Alle 12 erano già 10 le scosse di terremoto, comprese tra magnitudo 2.0 e 3.0. Le più forti (3.0 e 2.8) sono state registrate alle 10,42 e alle 11,27. Ipocentro dei fenomeni a una profondità variante tra i 10 e i 5 chilometri. I movimenti tellurici sono stati avvertiti dalla popolazione e in alcuni casi la gente è uscita di casa per precauzione. Al momento gli esperti dell’Ingv non si sbilanciano: «Stiamo seguendo con molta attenzione l’evolversi della situazione – spiega Eugenio Privitera, direttore della sezione catanese dell’Ingv Osservatorio Etneo – i terremoti sono di natura vulcano-tettonica e l’area dell’epicentro, nei pressi di Monte Fontane, è caratterizzata da un complesso sistema di faglie che possono attivarsi sia per assestamento tettonico sia per movimenti magmatici, cioè risalita di un flusso dal profondo. Stiamo analizzando i dati per decifrare e capire cosa stia accadendo. Di certo, da alcuni mesi si registra un rigonfiamento della parte sommitale del vulcano, segno inconfondibile di una nuova fase di ricarica del sistema eruttivo».

di Alfio Di Marco

Articoli Consigliati

Top