Ti trovi qui
Home > Lega PRO > Il Siracusa lotta col Lecce, ma perde (0-2). E’ crisi

Il Siracusa lotta col Lecce, ma perde (0-2). E’ crisi

SIRACUSA

Continua la crisi del Siracusa, battuto 2-0 al “De Simone” dal Lecce. Ospiti troppo forti per gli azzurri, cui non è bastato disputare una buona partita per ottenere un risultato utile.

Sottil propone il 4-4-2 e manda in campo Filosa (che fa così il suo esordio) dall’inizio con Sciannamè preferito a Dentice sull’out sinistro. In avanti Talamano e Catania. A fare la partita sono gli ospiti che, dopo qualche iniziale schermaglia, al 12’ falliscono la più clamorosa delle occasioni. Lo fanno in contropiede con Ciancio che, dopo aver recuperato palla al limite della sua area, sugli sviluppi di un angolo avversario, parte come un fulmine verso la porta azzurra senza che nessun giocatore aretuseo riesca a contrastarlo ma, solo davanti a Santurro, si lascia ipnotizzare dall’estremo difensore, che gli chiude lo specchio della porta.  Al 15’ Torromino calcia da 30 metri, Santurro respinge in tuffo sui piedi di Lepore, che mette dentro, ma è in posizione di fuorigioco e il gol viene annullato.  Al 18’ rete annullata anche al Siracusa: cross di Longoni e testa vincente di Turati, ma la sfera, a giudizio del secondo assistente, aveva varcato, nella traiettoria aerea, la linea di fondo. Al 26’ azzurri pericolosi ancora con un colpo di testa di Turati che, su cross di Brumat, manda fuori di un soffio. Baiocco lotta e dai suoi piedi al 41’ parte un cross che mette in difficoltà Bleve, costretto ad alzare la palla in angolo. Al 44’ ancora Baiocco protagonista con una sponda aerea che mette Longoni in condizione di tirare dal limite, la mira però difetta e la sfera termina alta. Il primo tempo termina tra gli applausi dei tifosi di casa, che apprezzano l’impegno di una squadra mai veramente andata in tilt di fronte alle giocate pugliesi.

Stesso andamento di gara in una ripresa in cui il Lecce si rende subito pericoloso con Torromino che, dalla trequarti, avanza, si accentra e calcia sfiorando il palo di destra. All’8’ gran tiro di Lepore respinto da Santurro non senza difficoltà. Ci prova Catania, per il Siracusa, un minuto più tardi, ma il suo sinistro è debole per impensierire il portiere pugliese. Al 15’ è alta la girata di Caturano. Il Lecce segna al 22’ e lo fa con l’ex Mancosu, che approfitta di un rimpallo favorevole in area e batte imparabilmente Santurro. Non esulta il numero 4 ospite per rispetto nei confronti della sua ex tifoseria. Il Siracusa prova a reagire e alla mezz’ora, su traversone di Brumat, Scardina non trova il pallone. Caturano tira alto da pochi metri al 35’. Al 38’ incredibile mischia in area leccese con conclusione finale di Spinelli, respinta dal portiere. Va in gol invece il Lecce al 40’ con Pacilli, la cui girata, dopo il tiro di Torromino respinto dalla traversa, termina in fondo al sacco. Al 45’ Longoni impegna Bleve, che devia in angolo. Il Siracusa resta a secco di successi, il Lecce continua la sua serie utile.

di Maurilio Abela

IL TABELLINO

Siracusa – Lecce 0-2

Siracusa: Santurro, Filosa (61’ Pirrello), Baiocco (72’ Scardina), Turati, Longoni, Giordano, Catania, Sciannamè, Spinelli, Talamo (61’ Dezai), Brumat. All. Sottil.

Lecce: Bleve, Mancosu, Cosenza, Arrigoni, Torromino, Lepore (78’ Fiordilino), Gioosa, Drudi, Ciancio, Doumbia (55’ Pacilli), Persano (55’ Caturano). All. Padalino.

Arbitro: Bertani di Pisa.

Rete: 67’ Mancosu, 85’ Pacilli.

Note: Ammoniti Spinelli, Caturano, Longoni

Articoli Consigliati

Top