Ti trovi qui
Home > Cronaca > Giordana, la battaglia di una mamma e la paura di un assassino

Giordana, la battaglia di una mamma e la paura di un assassino

L’avvocato di Luca Priolo chiede la sospensione del procedimento e trasferimento a Messina. Troppa pressione mediatica che “potrebbe condizionare” la decisione del giudice. Ma la mamma di Giordana continua la battaglia.

Catania. «Io non mi fermo mai…ergastolo per gli assassini, figli del diavolo. Io sono Giordana». Nulla riduce al silenzio questa donna, Vera Squatrito, che da un anno ormai porta avanti la propria battaglia per avere giustizia in nome della figlia.

Proprio oggi l’avvocato Dario Riccioli, difensore di Luca Priolo, ha chiesto la sospensione del procedimento, presentando un’istanza di rimessione degli atti. L’obbiettivo è trasferire il processo a Messina. «C’è una pressione mediatica troppo forte – ha  affermato – Questo potrebbe condizionare gli esiti della decisione e pregiudicare la libera determinazione delle persone che partecipano al processo».

Una richiesta chiara che è stata trasmessa alla Cassazione dal gip di Catania, Lorena Pezzino. E adesso si attende l’udienza del 6 dicembre.

Una mossa che, però, non ha affatto intimorito la mamma di Giordana che, ancora una volta, l’ennesima, ha affidato alla pagina Facebook il suo pensiero. E se da una parte ci sono le aule di tribunale, dall’altra c’è proprio questa sua piccola finestra sul mondo legata ai social dove fa scorrere fiumi di inchiostro virtuale per non dimenticare e non far dimenticare.

Gli stessi social network contro cui si scaglia l’avvocato di Priolo parlando di eccessiva pressione mediata sul caso, alimentata sul web.

Luca Priolo, lo ricordiamo, il 6 ottobre dello scorso anno, ha ucciso la  sua ex convivente, Giordana, 20 anni e madre della loro bimba di 4. L’assassino è reo confesso e, insieme con il legale, ha chiesto il giudizio abbreviato condizionato a una perizia psichiatrica, negando la premeditazione.

Sarebbero state 42 coltellate inferte in preda ad un raptus di follia… Giordana non voleva revocare la denuncia di stalking a suo carico.

 

Articoli Consigliati

Top