Ti trovi qui
Home > Altre News > Controlli delle Volanti, sanzioni a San Cristoforo e Aci Castello

Controlli delle Volanti, sanzioni a San Cristoforo e Aci Castello

Nella giornata di ieri, su disposizione del Questore Marcello Cardona, personale delle Volanti della polizia, ha espletato un servizio straordinario di controlli amministrativi del territorio volti alla tutela ambientale e alla salute pubblica

Catania. Nello specifico, nel quartiere San Cristoforo gli operatori di polizia hanno effettuato un controllo ad un autolavaggio in via Sacchero. Da minuziose verifiche risultava che il titolare  operava  senza la prevista autorizzazione amministrativa, era privo dello scarico dei fanghi nel sottosuolo ed aveva creato un ingegnoso impianto elettronico che permetteva di attingere l’energia elettrica direttamente dalla rete del gestore. Pertanto l’attività in questione veniva sottoposta a sequestro e il titolare deferito alla competente autorità giudiziaria per i reati ambientali previsti dagli artt.103 e 137 lg. 152/2006 e per il reato di furto di energia elettrica.

Nella medesima via, si procedeva al controllo di un’autocarrozzeria. Anche in questo caso gli agenti riscontravano la manomissione del contatore elettrico che permetteva di attingere l’energia direttamente dalla rete Enel ed inoltre che l’attività non era regolarizzata dal punto di vista delle autorizzazioni ambientali e, in particolar modo, non si era mai dotata dell’impianto di abbattimento, necessario per impedire il diffondersi in atmosfera di esalazioni nocive. I fumi pertanto sarebbero stati immessi nell’aria senza le opportune procedure di trattamento. Per quanto sopra il titolare dell’autocarrozzeria veniva deferito alla competente autorità giudiziaria per i reati ambientali previsti dagli artt.269 e 279 lg. 152/2006 e per il reato di furto di energia elettrica e l’autocarrozzeria sequestrata mediante l’apposizione dei sigilli .

Senza sosta venivano controllate alcune attività presenti anche nel Comune di Acicastello ed in particolare gli operatori procedevano al controllo di un’officina meccanica sita in via Acicastello dove riscontravano la manomissione del contatore elettrico che permetteva di attingere l’energia direttamente dalla rete ENEL ed inoltre che i rifiuti, infine, venivano gestiti senza i corretti riscontri documentali. Alla luce di ciò il titolare dell’officina meccanica veniva deferito alla competente autorità giudiziaria per il reato ambientale previsto dall’ art.256 lg. 152/2006 e per il reato di furto di energia elettrica. Inoltre la relativa documentazione è stata trasmessa al Comando dei Vigili Urbani competenti per l’irrogazione delle ulteriori sanzioni amministrative previste.

Poi è stato controllato un altro autolavaggio sito in via delle Olimpiadi ed anche questo è stato sequestrato perché al momento della verifica risultava privo di qualsiasi autorizzazione anche per lo smaltimento dei fanghi nel sottosuolo. Inoltre la relativa documentazione è stata trasmessa al Comando dei Vigili Urbani competenti per l’irrogazione delle ulteriori sanzioni amministrative previste.

Ulteriormente sono stati controllati, in collaborazione con la Polizia municipale reparto Annona, tre esercizi commerciali di prodotti non alimentari in via Archimede e irrogate tre sanzioni amministrative, nonché sequestrati 7.772 oggetti senza marchio CE. I controlli venivano estesi anche al centro alimentari in via Aldo Moro a Misterbianco. A seguito del sopralluogo è stato necessario richiedere l’intervento dell’Asp Veterinari e Igiene Pubblica. Al titolare dell’esercizio sono state irrogate sanzioni amministrative per un totale di 13.000 euro rispettivamente per locali con  gravi irregolarità igienico-sanitarie e strutturali ed alimenti di varia natura di ignota provenienza e mancata etichettatura.

Infine il titolare di un esercizio commerciale in viale Libertà è stato denunciato alla competente autorità giudiziaria  per il reato di furto di energia elettrica.

Articoli Consigliati

Top