Ti trovi qui
Home > Cronaca > Livatino, domani 26 anni dalla morte del “giudice ragazzino”

Livatino, domani 26 anni dalla morte del “giudice ragazzino”

Rosario Livatino aveva dichiarato guerra alla Stiddra. Il “giudice ragazzino” fu ucciso il 21 settembre mentre si recava in tribunale, senza scorta

Agrigento. Il 21 Settembre del 1990, mentre si recava in Tribunale senza essere scortato, veniva ucciso sotto i colpi della Stiddra, organizzazione criminale parallela a Cosa Nostra che negli anni 80-90 terrorizzava la parte occidentale della Regione, Rosario Livatino, il “giudice ragazzino”.

Livatino, originario di Canicattì, aveva dichiarato guerra alla Stiddra: prevenzione, confisca dei beni e dei soldi ai mafiosi. Si stava anche occupando di quella che, poco dopo, sarebbe diventata la “Tangentopoli” siciliana. Proprio a quel periodo risale l’epiteto, ormai divenuto famoso, di “giudice ragazzino”. Fu l’allora presidente della Repubblica, Cossiga, a definirlo tale, in un quadro di tensioni e lotta frontale alla mafia. Dieci anni dopo l’assassinio di Livatino, lo stesso Cossiga smentì, in un articolo apparso sul Giorale di Sicilia, le parole sul magistrato.

Papa Giovanni Paolo II, invece, lo definì martire della giustizia e indirettamente della fede. Nel 2011 è iniziato il processo di beatificazione di Livatino.

Proprio quest’oggi, alle ore 14:00, sarà sentito dalla Commissione Antimafia, presieduta da Rosy Bindi, l’ex Prefetto di Agrigento e attuale Direttore dell’Agenzia Nazionale per l’amministrazione dei beni sequestrati, Umberto Postiglione. La Commissione esaminerà una proposta di relazione su Rosario Livatino.

Il programma della commemorazione,invece, sarà così articolato: alle ore 10.30, presso la Chiesa di San Domenico di Canicattì, si terrà la funzione religiosa e la preghiera intorno alla lapide inaugurata il 21 settembre 2003. Alle ore 12:00, lungo il tracciato della SS 640, in contrada Gasena, verrà omaggiata la stele di Livatino, ucciso proprio in quel punto.

di Giuseppe Castaldo

Articoli Consigliati

Top