Ti trovi qui
Home > Apertura > Mirabella: «L’assessore allo Sport vada via»

Mirabella: «L’assessore allo Sport vada via»

Attività agonostiche e paralimpiche impossibili da praticare nella piscina comunale di Nesima, nessuna risposta dalle amministrazioni, centinaia di sportivi costretti ad allenarsi altrove. Domani una conferenza stampa tenuta dal presidente di Come Ginestre onlus, Salvatore Mirabella, in lotta per la difesa degli atleti catanesi

Catania. Disagio e frustrazione sono i sentimenti che aleggiano intorno alla piscina comunale di Nesima, ancora chiusa a un passo dall’avvio della nuova stagione sportiva. Vaga la risposta delle amministrazioni, nessuna data di apertura, nessuna certezza, ma gli atleti catanesi si fanno sentire: vogliono allenarsi all’interno della loro piscina.

Impegnata nella causa l’associazione Come Ginestre onlus, e in prima linea il presidente, Salvatore Mirabella, che domani parlerà in maniera molto chiara nel corso di una conferenza stampa all’interno della piscina di Nesima alle ore 10.30. «Domani chiarirò definitivamente il mio punto di vista – afferma Mirabella – ci faremo sentire. Noi ci battiamo per il mondo sportivo agonistico. Non solo per i disabili, categoria che ci sta molto a cuore, ma per tutti gli sportivi. I nostri atleti hanno bisogno di allenarsi, ottobre è alle porte e le attività agonistiche e paralimpiche hanno bisogno di essere praticate. Oltre al disagio inflitto ai disabili, alle loro famiglie, che attendono l’inizio dei corsi, fondamentali per un processo di inclusione sociale e attività ludica per i meno fortunati.  Ci vantiamo tanto dei nostri sportivi, i nostri fiori all’occhiello, ma poi non diamo modo loro di poter andare avanti. Se l’assessore allo Sport non è in grado di fare il proprio lavoro, che vada via».

La piscina di Nesima ha chiuso le porte a luglio, regolarmente come previsto da calendario, senza nessun avviso sulla riapertura autunnale. Nessuno sa quando le attività ricominceranno, l’unica notizia certa è che non stato dato il via nemmeno ai lavori di pulizia delle vasche. «Negli anni passati la data di apertura della piscina è stata rimandata a causa di lavori di miglioria – conclude il presidente di Come Ginestre onlus – quindi potevamo anche capire il ritardo. Ma quest’anno le amministrazioni non possono usare nemmeno questa scusa. Nessun lavoro di miglioria, nessuno. Anzi, non sono nemmeno iniziati i lavori di pulizia delle vasche, che di solito richiedono un impegno di circa 3 settimane. Quindi, se almeno iniziassero i lavori di pulizia, potremmo sperare che entro la prima decade di ottobre la piscina possa essere agibile. E invece… Siamo sempre stati in contatto con le amministrazioni, ma non sanno dirci niente da giugno, non hanno risposte nemmeno loro. Dal 2008 sentiamo dire agli assessori che si impegneranno, ma come sempre, soltanto parole al vento».

«La manutenzione ci ha comunicato che la piscina di Nesima riaprirà intorno al 12 ottobre – afferma l’assessore allo Sport Valentina Scialfa – esattamente come l’anno scorso. In ogni caso, l’amministrazione è sempre disponibile per qualsiasi chiarimento», rassicura così l’assessore.

Articoli Consigliati

Top