Ti trovi qui
Home > Apertura > Catania, questa volta è un punto d’oro

Catania, questa volta è un punto d’oro

A Matera i rossazzurri di Rigoli subiscono la verve dei padroni di casa per buona parte del primo tempo. Non convince la formazione iniziale che concede spazio e giocate agli avversari. Troppi errori individuali. Una decisione arbitrale dubbia favorisce gli etnei. La ripresa è più equilibrata, ma il Catania resta in 10 e la squadra di Auteri fallisce anche un rigore. Mentre a Reggio ci poteva stare qualche recriminazione, in Basilicata il punto è davvero guadagnato.

Matera. Altro pareggio del Catania in trasferta, ma se a Reggio Calabria ci poteva stare qualche recriminazione per non aver chiuso prima il match, oggi  non ci sono dubbi che il risultato stia stretto al Matera, anzi strettissimo.

Rigoli prova a dare peso e numeri al centrocampo con il ritorno da titolare di da Silva, insieme a Fornito. In avanti solo Russotto e Paolucci. Grande attenzione riservata alla squadra di Auteri. Il piano tattico è anche quello di mettere in difficoltà i lucani sugli esterni. Proprio sulla corsia mancina combinano bene Fornito e Djordjevic, cross di quest’ultimo e Paolucci trova la deviazione di un difensore avversario. Prima occasione per il Catania, ma un minuto dopo, al nono, va vicinissimo al gol il Matera. Veloce combinazione in verticale, Negro si trova in posizione ottimale ma il tiro è da dimenticare.

Il Matera tiene in mano le redini del centrocampo, il Catania perde molti palloni, su uno di questi, Infantino, quasi al quarto d’ora ha il pallone giusto. Pisseri ci mette la solita pezza, ma il Catania soffre.

La squadra di Auteri ci crede e le occasioni si moltiplicano. Drausio serve involontariamente Casoli. Pisseri respinge di pugno.

Poco dopo Negro ha un’altra occasione, ma l’attaccante non riesce ancora a trovare la porta. Questa volta il tiro è strozzato e finisce a lato.

I rossazzurri provano a venir fuori, ma Fornito non trova la misura per il passaggio a da Silva che viene anticipato dal portiere di casa. Il Catania non riesce a costruire e a servire le punte, ma rischia meno fin quasi allo scadere.

Quando l’arbitro Paolini di Ascoli, probabilmente grazia gli etnei. Altra palla persa. Djordjevic è costretto al fallo che dalle immagini sembra dentro l’area di rigore. Il direttore di gara opta per la punizione dal limite, ammonendo djordjevic. La punizione non sortisce effetto.

Nella ripresa, Rigoli gioca la carta Di Grazia al posto di da silva e sembra trovare maggiore equilibrio, ma il Catania dal 65’ resta in dieci. Djordjevic commette un fallo evitabile su Sartore. Secondo giallo e rossazzurri in inferiorità numerica-

Cinque minuti dopo Casoli crossa, la palla attraversa tutto lo specchio della porta difesa da Pisseri, ma non arriva la deviazione vincente. Entrano Di Cecco e Anastasi per Paolucci e Russotto. Auteri inserisce Luzada per aumentare la pericolosità offensiva.

Il Matera trova il match point all’85’. Pisseri in uscita avventata stende Sartore. Questa volta l’arbitro assegna il rigore, ma Infantino manda sul palo con Pisseri che indovina l’angolo. Quattro i minuti di recupero, si resta sullo 0-0 e, per come è andata, per il Catania è senza dubbio un punto guadagnato.

Articoli Consigliati

Top