Ti trovi qui
Home > Cronaca > È morto Padre Amorth “l’esorcista” per antonomasia

È morto Padre Amorth “l’esorcista” per antonomasia

È morto Padre Amorth, il re della lotta al demonio. Il sacerdote paolino aveva 91 anni ed era ricoverato da alcune settimane per complicazioni polmonari: era celebre in tutto il mondo per la sua opera di “pulizia”

Roma. Per tutti era noto come “l’esorcista” per antonomasia, il re della lotta al demonio. È morto a 91 anni. don Gabriele Amorth, il sacerdote paolino ed esorcista della diocesi di Roma, ricoverato da alcune settimane per complicazioni polmonari presso l’ospedale della Fondazione Santa Lucia a Roma. Nato a Modena il 1° maggio 1925, don Amorth entrò nella Casa Madre della Congregazione Società San Paolo ad Alba il 25 agosto 1947, a cinque anni di distanza dall’incontro con il fondatore, il beato don Giacomo Alberione, e venne consacrato sacerdote a Roma il 24 gennaio 1951 da monsignor Ilario Roatta.

Ma è nel 1985 che fu nominato esorcista
Nel 1985 venne nominato esorcista della diocesi di Roma da parte del Cardinale Ugo Poletti, ruolo che lo ha reso celebre in tutto il mondo. Nel corso degli anni don Amorth ha pubblicato numerosi libri con il Gruppo Editoriale San Paolo, tra cui “Dio più bello del diavolo”, suo testamento spirituale e umano: una confessione che spazia dal tema del Bene e del Male, a quello della felicità e della speranza, fino a toccare argomenti come il potere dei media, della Massoneria e delle sette. 

Articoli Consigliati

Top