Ti trovi qui
Home > Cronaca > Blitz a Librino, scoperto arsenale. Sospettati legami con la mafia

Blitz a Librino, scoperto arsenale. Sospettati legami con la mafia

Sequestrato arsenale a Catania. Nella notte gli agenti della Squadra Mobile hanno fatto irruzione in un edificio di viale Biagio Pecorino, nel quartiere di Librino.

Catania. Gli scantinati di quell’edificio di edilizia popolare di viale Biagio Pecorino li hanno controllati tutti. E una dopo l’altro sono saltati fuori fucili mitragliatori, revolver, pistole, giubbotti antiproiettile, munizioni e droga.

C’era di tutto e il sospetto più grande è che “quel tutto” sia collegato con alcune organizzazioni mafiose della zona come conferma il dirigente della Squadra Mobile di Catania, Antonio Salvago.

Il blitz è scattato la scorsa notte. Gli agenti della Sezione Antidroga sono entrati a casa del pregiudicato Lorenzo Giustino, con precedenti per spaccio. Proprio qui hanno trovato una pistola calibro 9, un revolver, quindici munizioni e 66 involucri di cocaina. Ma lo scenario più interessante si è mostrato sotto i loro occhi subito dopo l’arresto di Giustino. I poliziotti hanno scelto, infatti, di proseguire l’ispezione in altre cantine del palazzo e fra droga e armi, hanno sequestrato un intero arsenale.

Articoli Consigliati

Top