Ti trovi qui
Home > Lega PRO > Il Catania non trova il raddoppio e subisce il pari. 1-1 al Granillo

Il Catania non trova il raddoppio e subisce il pari. 1-1 al Granillo

Un punto e più di qualche rammarico per il Catania che con la Reggina non va oltre il pari, dopo essere andato in vantaggio e aver sfiorato il raddoppio. Rossazzurri in calo nella seconda fase della ripresa.

Reggio Calabria. Il Catania fallisce l’opportunità di cancellare la penalizzazione dopo tre partite. Arriva un punto e per come si era messa nel primo tempo, con i rossazzurri che sembravano padroni del match, c’è un po’ di rammarico. Anche se a Reggio non sarà facile per nessuno.

Rigoli cambia qualcosa rispetto all’ultima partita. Inserisce Piscitella al posto di Calil, mentre Fornito vince il ballottaggio con Da Silva. Il terreno di gioco, soprattutto nella fascia centrale della metà campo occupata nel primo tempo dal Catania, è al limite della praticabilità. La Reggina spinge di più in avvio, ma senza mai pungere. Anche il Catania prova a rispondere sugli esterni, per il portiere Sala non ci sono pericoli veri, ma gli etnei crescono.

Alla prima occasione vera dell’incontro, passano i rossazzurri: Russotto, sempre fra i migliori in questa fase iniziale di stagione, sulla destra tiene sempre sulle spine la difesa amaranto e al 27’ offre un altro dei suoi spunti. Lascia sul posto Di Francesco e mette in mezzo. Piscitella è il più veloce di tutti e, sotto la curva del tifo calabrese, il Catania va in vantaggio. Russotto continua a seminare il panico e per poco Paolucci non approfitta di un suo assist. La reazione della Reggina non arriva. Merito anche del Catania che amministra la gara con relativa semplicità.

In avvio di ripresa i calabresi alzano il baricentro, ma i maggiori problemi li crea ancora il Catania. Russotto colpisce un palo con un tiro, perfetto mix fra classe e potenza, dai 20 metri. Poteva essere il colpo del ko, ma la Reggina resta viva e su calcio piazzato va vicina al pareggio due volte (un colpo di testa di Kosnic su calcio d’angolo fa gridare al gol i tifosi amaranto). Oggiano ci prova da fuori ma trova un attento Pisseri. Rigoli toglie il prezioso, ma stanchissimo, Russotto. Il jolly però lo pesca Zeman, che inserisce Bangu per Knudsen. Il Catania non chiude il match, sembra diminuire anche la qualità del fraseggio, e subisce il pari: Coralli di testa fa da sponda, Bastrini si perde Bangu che insacca: 1-1. Biagianti e compagni reagiscono e Fornito trova un grande Sala che manda in angolo un tiro dalla distanza del rossazzurro. Rigoli gioca la carta Calil, che si fa subito ammonire. La Reggina corre, il Catania tiene e si resta sull’1-1.

TABELLINO

Reggina – Catania 1-1 (p.t. 0-1)

Marcatori: 27’ Piscitella, 77’ Bangu

Ammoniti: Gil Drausio, Calil

REGGINA (4-3-3) Sala; Cane, Gianola, Kosnic, Possenti; Knudsen (64’ Bangu), Botta (73’ Romanò), De Francesco; Oggiano (79’ Tommasone), Coralli, Porcino. All. Zeman.

CATANIA (4-3-3) Pisseri; Nava, Gil, Bastrini, Djordievic; Biagianti, Scoppa (85’ Calil) , Fornito; Piscitella (71’ Di Cecco); Paolucci, Russotto (63’ Di Grazia). All Rigoli

Articoli Consigliati

Top