Ti trovi qui
Home > Apertura > Sindaco ficca il naso nella spazzatura

Sindaco ficca il naso nella spazzatura

Vittoria (Rg). L’immondizia è tema centrale della politica e dell’economia attuale, infatti si vincono e perdono elezioni (vedi Napoli e Roma) e si crea ricchezza, perché la filiera che va dallo smaltimento al riuso delle materie gettate nella spazzatura offre lavoro a moltissime persone.

Ieri abbiamo scritto di differenziata indifferente e autogestione della spazzatura  e oggi torniamo sull’argomento per registrare l’iniziativa del neo eletto sindaco di Vittoria, Giovanni Moscato, che è proprio il caso di dirlo è andato in senso letterale a ficcare il naso nella spazzatura dei suoi concittadini.

Il sindaco, accompagnato da operatori comunali è andato a ispezionare ben due discariche abusive e dentro uno dei tanti sacchi gettati in mezzo alla strada ha trovato un documento che gli ha permesso di identificare la “professoressa sporcacciona”, colpevole di essersi disfatta in questo modo poco civile della spazzatura.

La scoperta è finita nel profilo Facebook del sindaco che ha ovviamente omesso i dati sensibili della professoressa dalle foto date in pasto ai social. A quest’ultima anche se non dovesse essersi riconosciuta su Facebook, arriverà comunque la multa a casa per la sua inciviltà.

vittoria-multa-ultima-tv
La prova che inchioda l’insegnante

«Aspetto le sue scuse immediate e una azione riparatrice – ha scritto il sindaco – si armi di guanti, scope e bidoni e vada ad aiutare a pulire dove ha sporcato. Solo così, probabilmente, eviterà una brutta figura e una gogna mediatica. Adesso torni in classe e si metta a insegnare ai nostri figli il rispetto, l’educazione e il senso civico visto che sino ad ora è stata un pessimo esempio da non seguire».

Siete avvisati, la battaglia per una città pulita da oggi passa anche dalle multe “inviate” tramite i social.

 

Articoli Consigliati

Top