Ti trovi qui
Home > Calcio > Catania, Materazzi e quel 3-1 subito al Massimino

Catania, Materazzi e quel 3-1 subito al Massimino

L’ex difensore dell’Inter alla Gazzetta usa l’esempio della sconfitta a Catania della squadra del triplete per parlare delle doti di Mourinho. Intanto, mentre si ricorda la A del passato, viene prolungata la campagna abbonamenti.

CATANIA. Passione e breve amarcord. Il Catania torna protagonista delle cronache sportive a livello nazionale. Lo fa attraverso le dichiarazioni di Marco Materazzi, ex difensore dell’Inter del Triplete e campione del Mondo con la nazionale. In vista del derbi di Manchester fra Utd e City, elogia le doti di Mourinho e lo fa attraverso un ricordo ben preciso.

«Mou dopo l’1-3 di Catania ci massacrò uno per uno, dal più forte al più scarso. Ingoiammo e andammo a vincere tutto». Ecco le parole di Materazzi che servono a risvegliare i ricordi del popolo rossazzurro: 12 marzo del 2010. L’Inter in vantaggio con Milito, viene rimontata dai gol di Maxi Lopez, Mascara su rigore e Martinez.  Da quel momento non si fermerà più fino a vincere scudetto, coppa italia e Champions.

L’orgoglio rossazzurro era enorme. La passione, richiamata anche dallo slogan utilizzato per la campagna abbonamenti dell’attuale stagione. Quel “AmiAmolA” che serve a richiamare ciò che si è perduto e, nelle intenzioni, si proverà a riconquistare. Si parte da uno zoccolo duro importante: 4580 tifosi che hanno sottoscritto la tessera.  Ma potranno aumentare. Perché la campagna abbonamenti è stata prolungata, fino al 27 settembre, giorno prima del recupero col Fondi. La partita della discordia e delle polemiche diventa il nuovo limite temporale su cui misurare la rinnovata passione rossazzurra, in un momento in cui, le testate specializzate, nonostante i 6 punti di penalizzazione, inseriscono il Catania fra le protagoniste del girone con Lecce e Foggia.

Articoli Consigliati

Top