Ti trovi qui
Home > Cronaca > Aggredito dal parcheggiatore che chiedeva 3 euro

Aggredito dal parcheggiatore che chiedeva 3 euro

Catania. Solita scena in città. Ore 22.30, un giovane posteggia l’automobile in via Spadaccini, un uomo nordafricano gli si avvicina e gli chiede “gentilmente” 3 euro per il parcheggio.

Ben Achibani Said
Ben Achibani Said

L’automobilista non paga e dopo circa un’oretta e di ritorno, il parcheggiatore non solo rinnova all’uomo la richiesta di denaro, ma mentre questi è al volante, allunga le mani fino al portafoglio dell’automobilista e da questo, sfila l’unica banconota presente, di 5 euro. Per cercare di recuperare la banconota, il giovane scende dalla macchina e una volta fuori, viene percosso dal parcheggiatore con l’aiuto di due complici, nordafricani anche loro. La giovane vittima della violenza del parcheggiatore ha denunciato il fatto al 113 ed è stato raggiunto all’ospedale Vittorio Emanuele dagli agenti di polizia ai quali raccontava nei particolari la brutta vicenda.  Tempestivo l’intervento degli agenti che rintracciavano in via Spadaccini il presunto aggressore e lo conducevano in Questura, dove la vittima avrebbe confermato il riconoscimento. Trattasi di Ben Achibani Said, algerino di 41 anni, incensurato, senza fissa dimora e con in atto l’espulsione dal territorio italiano. Ancora da identificare gli altri due complici. Cinque giorni di prognosi per la vittima alla quale hanno refertato, un trauma contusivo all’emotorace destro, all’emivolto e contusioni sparse. L’algerino veniva quindi tratto in arresto dagli agenti e il pubblico ministero di turno confermava la legittimità dell’arresto, disponendo però al contempo l’immediata liberazione dell’uomo, che però restava trattenuto negli uffici della Questura in attesa degli adempimenti di competenza del locale Ufficio Immigrazione, poiché gravato da un Decreto di espulsione del Prefetto e dal relativo Ordine del Questore di Catania emessi a gennaio 2016.

Articoli Consigliati

Top